Superiore dei gesuiti si presenta: "Ma non chiamatemi Papa nero"

{{progressBarText}}

{{detail.duration}} min (

{{detail.year}}

)
Disponibile fino al {{detail.dateOfExpiration}}

Roma, (askanews) - La nomina resta a vita, ma preferisce non essere chiamato "Papa nero". Scherza, padre Arturo Sosa Abascal, venezuelano, 68 anni, eletto nuovo preposito generale della Compagnia di Gesù, ovvero il superiore dei gesuiti, chiamato "Papa nero" perchè indossa l'abito religioso nero. "Mi ha chiesto se Papa nero è un appellativo che mi piace. No a dire il vero, perchè noi gesuiti cerchiamo di fare un servizio a un altro livello rispetto ai vescovi e al Papa.

Trailer Guarda

Roma, (askanews) - La nomina resta a vita, ma preferisce non essere chiamato "Papa nero". Scherza, padre Arturo Sosa Abascal, venezuelano, 68 anni, eletto nuovo preposito generale della Compagnia di Gesù, ovvero il superiore dei gesuiti, chiamato "Papa nero" perchè indossa l'abito religioso nero. "Mi ha chiesto se Papa nero è un appellativo che mi piace. No a dire il vero, perchè noi gesuiti cerchiamo di fare un servizio a un altro livello rispetto ai vescovi e al Papa.

Attenzione! Per vedere il video è necessaria l'app TIMvision

Incluso nell'abbonamento TIMvision

{{item.itemTitle}} a {{item.itemPrice}} €

{{item.itemDescription}}

Abbonati

opzioni di acquisto

Noleggia per 48h {{rentObject.discountedPrice}}€ {{rentObject.rentPrice}}€

Acquista {{buyObject.discountedPrice}}€ {{buyObject.buyPrice}}€

Contenuto non trovato