Pakistan, la Corte suprema rinvia sine die ricorso di Asia Bibi

{{progressBarText}}

{{detail.duration}} min (

{{detail.year}}

)
Disponibile fino al {{detail.dateOfExpiration}}

Islamabad (askanews) - Non si risolve il dramma di Asia Bibi, la cristiana pachistana, madre di cinque figli, condannata a morte per blasfemia. La Corte suprema del Pakistan ha rinviato sine die il ricorso chiesto dalla famiglia dopo la rinuncia di uno dei tre giudici a partecipare al dibattimento. Il magistrato, Iqbal Hameed ur Rehman, ha spiegato la decisione con la sua partecipazione al processo per l'omicidio di Salman Taseer, governatore del Punjab. I due casi sono collegati, ha sottolineato.

Trailer Guarda

Islamabad (askanews) - Non si risolve il dramma di Asia Bibi, la cristiana pachistana, madre di cinque figli, condannata a morte per blasfemia. La Corte suprema del Pakistan ha rinviato sine die il ricorso chiesto dalla famiglia dopo la rinuncia di uno dei tre giudici a partecipare al dibattimento. Il magistrato, Iqbal Hameed ur Rehman, ha spiegato la decisione con la sua partecipazione al processo per l'omicidio di Salman Taseer, governatore del Punjab. I due casi sono collegati, ha sottolineato.

Attenzione! Per vedere il video è necessaria l'app TIMvision

Incluso nell'abbonamento TIMvision

{{item.itemTitle}} a {{item.itemPrice}} €

{{item.itemDescription}}

Abbonati

opzioni di acquisto

Noleggia per 48h {{rentObject.discountedPrice}}€ {{rentObject.rentPrice}}€

Acquista {{buyObject.discountedPrice}}€ {{buyObject.buyPrice}}€

Contenuto non trovato